Ricette

Vellutata di cavolfiore con olio ai porcini

Io sopporto a fatica il freddo e tendo al letargo non appena la temperatura scende sotto i dieci gradi, ma esiste un modo per risollevare le sorti di una giornata di nebbia e venticello freddo, ed è un piatto di vellutata di cavolfiore con olio ai porcini.

Le zuppe, si sa, sono uno dei comfort food più apprezzati, e in questa stagione ci si può sbizzarrire data l’abbondanza di prodotti che Madre Natura offre.

La vellutata di cavolfiore è un classico, ma non l’avevo mai preparata con un cavolfiore arancione. L’ho trovato in un mercato e mi sono subito lasciata conquistare. Pensavo che il colore si mantenesse in cottura, invece ha virato su un verde pallido che non mi sarei mai aspettata. Magia degli ortaggi!

L’olio ai porcini è quel quid che sottolinea la totale appartenenza di questa vellutata, e dell’atmosfera in cui viene cucinata e consumata, all’autunno. Sì, perché i funghi secchi hanno quel profumo intenso e suadente che ti catapulta immediatamente in un bosco dal tappeto di muschio e foglie su cui muoviamo i nostri passi, fosse anche solo con la fantasia.

Questa zuppa è semplice da preparare ed è l’ideale per una serata in totale relax, proprio come quella che voglio godermi oggi.

Se non avete ancora idee per la cena, qui potrete trovare una sicura ispirazione.

zuppa di cavolfiore

Ingredienti per 4 persone:

Per la zuppa:

1 cavolfiore di media grandezza (noi ne abbiamo utilizzato uno arancione)

1 cipollotto

1 litro di brodo vegetale

acqua all’occorrenza

2 cucchiai di olio evo

1 pizzico di pepe bianco macinato fresco

sale qb

Per l’olio ai porcini:

1/2 bicchiere di olio evo

1o g di funghi porcini secchi

Procedimento per l’olio aromatico:

Mettete l’olio e i funghi in un pentolino.

Scaldate a fuoco basso per cinque minuti. Fate attenzione a non raggiungere temperature elevate e ricordate che l’olio non deve assolutamente friggere.

Lasciate riposare per 10 minuti.

Procedimento per la zuppa:

Pulite il cavolfiore eliminando le foglie. Lavatelo con cura sotto un getto di acqua fredda e fatelo a pezzi piuttosto piccoli.

Pulite il cipollotto, eliminate le parti di scarto e tagliate il resto.

In una casseruola unite l’olio evo, il cipollotto e il cavolfiore. Fate attenzione a non bruciare il cipollotto.

Irrorate con abbondante brodo caldo e fate cuocere per circa 20 minuti.

Quando il cavolfiore sarà cotto, frullate tutto (potete scegliere un frullatore tradizionale o un frullatore ad immersione).

Se la vellutata fosse troppo densa, allungate con poca acqua bollente alla volta, fino ad ottenere la consistenza desiderata.

Aggiustate di sale e pepate leggermente.

Spegnete la fiamma e fate riposare per cinque minuti.

Distribuite la zuppa nei piatti e lasciatevi cadere sopra un cucchiaino di olio ai funghi porcini.

Per rendere il piatto ancora più goloso potete aggiungete dei crostini o delle fette di pane tostato (senza glutine, se preferite).

Godetevela tutta!

Francesca e Giovanna

zuppa di cavolfiore 5394

 

Recommended

Leave a Comment