Ricette

Schiacciata fiorentina

Nella seconda casellina del nostro Calendario dell’Avvento oggi troviamo la Schiacciata fiorentina, un dolce sofficissimo e profumato, semplice e delizioso.

Un velo leggero di zucchero ne coprirà la superficie come una leggera brina, proprio come capita qui da noi in queste prime mattine dicembrine.

Questa ricetta fa parte del mio ricettario storico. E’ scritta su fogli a quadretti di un quadernone la cui copertina non esiste nemmeno più, ed è scritto con la stilografica e l’inchiostro turchese. E’ una ricetta a cui sono molto affezionata, perché arriva dritta dritta dalla Toscana, dalla famiglia dei miei amici di Castiglioncello.

Ogni volta che la preparo la Schiacciata fiorentina non vedo l’ora che sia pronta per prendere un bel cubotto tiepido e mangiarmelo accompagnandolo con una fumante tazza di tè agrumato. E’ un dolce perfetto per l’inzuppo, il che la rende particolarmente attraente durante una colazione, un brunch o una merenda che deve ristorare spirito e fisico.

Io la trovo molto delicata, sia per il gusto che per l’aspetto e mi piace rivestire l’interno di una bella scatola di latta con un tovagliolo di cotone ricamato, sistemare le porzioni di schiacciata complete di cuoricino di buccia d’arancia, chiudere il coperchio fermandolo con un nastro e consegnare il pacchettino alle amiche.

Non so, ma trovo che quando una cosa già buona e carina viene condivisa diventa improvvisamente buonissima e bellissima.

Provate e mi darete ragione.

Ingredienti:

250 g di farina 00

180 g di zucchero

2 uova

10 cucchiai di latte

5 cucchiai di olio d’oliva (NON extravergine, o il sapore sarà troppo forte)

la buccia grattugiata di un’arancia bio

1 bustina di lievito per dolci

1 baccello di vaniglia

1 pizzico di sale

Per decorare:

zucchero a velo

buccia d’arancia

Procedimento:

Incidete il baccello di vaniglia e raschiatene il contenuto con la punta di un coltellino.

Separate i tuorli dagli albumi.

In una terrina formate una crema sbattendo i tuorli con lo zucchero, il sale e il contenuto del baccello di vaniglia.

Unite il lievito alla farina e setacciate.

Aggiungete il latte, poco alla volta, mescolando.

Sciacquate l’arancia e grattugiatene la buccia. Spremete anche il frutto.

Unite all’impasto il succo e la buccia dell’agrume e amalgamate.

Montate a neve gli albumi e aggiungeteli, poco alla volta all’impasto. Incorporateli utilizzando una marisa, facendo movimenti circolari e delicati dal basso verso l’alto.

Imburrate una teglia (io ne ho utilizzata una 35 x 25 cm) oppure utilizzatene una antiaderente.

Versatevi l’impasto e attendete che si distribuisca in modo uniforme.

Cuocete in forno statico già caldo a 180° per 18 minuti circa.

Per controllare la cottura farà fede la famosissima prova stecchino.

Lasciate raffreddare il dolce fuori dal dolce, poi sformatelo e tagliatelo a cubi.

Cospargete con dello zucchero a velo e, se vi piace, decorate ogni porzione di dolce con un cuoricino di scorza d’arancia ricavato con un piccolo coppapasta.

Francesca e Giovanna

02-torta-arancia-v660-5269

 

 

Recommended

Leave a Comment