Ricette

Hamburger fiorito

Negli ultimi giorni gli hamburger sono stati, casualmente, una costante. Hamburger party per una festa di compleanno, un evento con degustazione di hamburger gourmet, hamburger per la grigliata in montagna nello scorso fine settimana. Oggi, per seguire il trend, chiudiamo con un coloratissimo hamburger fiorito.

L’hamburger è uno dei cibi più conosciuti al mondo e tutta la questione che riguarda la sua preparazione è decisamente dibattuta. C’è chi lo chiama “panino”, chi lo annovera tra i junk food, chi lo considera un sacro cibo della tradizione (americana, ovviamente), chi un modo gustoso per esprimere fantasia in cucina.

A noi sembra, neanche a dirlo, l’ennesimo buon motivo per divertirsi in compagnia preparando del buon cibo.

La ricetta che vi proponiamo parla d’estate, di colori, di tanta buona verdura e di una maionese veg semplicissima da preparare.

L’attenzione agli ingredienti, come diciamo sempre, è d’obbligo. Non siate pigri e non lesinate sul tempo che vi occorre per trovarli e sceglierli, in questo modo farete un bel regalo al vostro palato e alla vostra salute.

Cosa occorre per preparare un hamburger fiorito?

Ecco qui…

hamburger-660-9441

Ingredienti per 4 persone:

4 hamburger di manzo (ricordate che la qualità della carne è fondamentale, quindi scegliete con grande cura)

4 panini per hamburger (con sesamo, integrali, bianchi… scegliete quelli che vi piacciono di più)

200 g di spinacini freschi

1 cipolla rossa (se fosse di tropea sarebbe il top)

germogli (soia, barbabietola, porro… vanno bene tutti)

fiori eduli (noi abbiamo utilizzato delle primule)

sale q.b.

olio evo q.b.

Per la maionese veg alla barbabietola:

100 g di olio di riso o di girasole (evitate l’olio d’oliva o l’extravergine dato che in questo caso influirebbero in maniera troppo incisiva sul sapore della salsa)

50 g di latte di soia

5o g di barbabietola cotta

1 cucchiaio di succo di limone

sale q.b

pepe bianco macinato fresco q.b.

Procedimento:

Per la maionese veg:

Versate nel bicchiere del frullatore ad immersione il latte di soia, l’olio, la barbabietola a pezzi, un pizzico di sale, uno di pepe e il succo di limone. Frullate fino ad ottenere un composto denso e cremoso. Il colore deve essere omogeneo e di un bel rosa. Per aumentare l’intensità del colore della salsa potete aggiungere (poco alla volta) ancora un po’ di barbabietola.

Assaggiate e, eventualmente, aggiustate la sapidità e l’acidità regolandovi in base al vostro gusto personale.

Lasciate riposare in frigorifero per qualche minuto.

Per l’Hamburger:

Affettate la cipolla rossa privata della pelle.

Immergete gli anelli in una bacinella con abbondante acqua fredda mescolata ad una tazzina di latte e lasciate a bagno per circa un’ora.

Trascorso il tempo scolate e versate gli anelli su della carta assorbente, in modo che si asciughino.

In questo modo smorzerete il gusto eccessivamente forte della cipolla.

Lavate con cura le foglie degli spinaci, assicurandovi di eliminare anche il più piccolo granellino di terra.

Asciugate delicatamente gli spinaci puliti e conditeli con poco olio evo e un pizzico di sale.

Scaldate una piastra e, quando sarà in temperatura, cuocete l’hamburger 3 minuti per lato evitando di bucarlo con la forchetta.

Mentre l’hamburger cuoce, tostate leggermente il pane tagliato a metà.

Componete il panino:

Sulla base di pane sistemate qualche foglia di spinacio e gli anelli di cipolla.

Adagiate sopra questo bel letto ricco di fibre la carne, che salerete leggermente (questo è il momento giusto per farlo, non prima).

Versate sopra la carne un po’ di finta maionese alla barbabietola, quindi aggiungete i germogli e i fiori.

Chiudete il panino con la sua cupola e servite immediatamente.

Francesca e Giovanna

*Per le fotografie abbiamo utilizzato un coltello Opinel che ringraziamo  insieme a PressLink 

hamburger 660 pp-9446

Recommended

Leave a Comment