Ricette

Girelle di frolla bianca e al cacao

Siamo già al quindici di dicembre, mancano solo 10 giorni a Natale e nella finestrella di oggi del Calendario dell’Avvento più buono che si sia mai visto troviamo le girelle di frolla bianca e al cacao.

No, non si tratta di quelle merendine che la mia generazione ha consumato in quantità pantagrueliche durante l’infanzia, che a vederle ancora oggi sugli scaffali dei supermercati fanno venire una nostalgia atroce per le merende fatte alle 16:00 in punto davanti a Bim Bum Bam, si tratta semplicemente di biscotti, tra i più classici e gettonati, che per forma ricordano il famoso snack.

Da bambina vedevo spesso questi biscotti nel banco dei panifici che producevano anche qualche dolcino di pasticceria secca. La mattina, prima di andare a scuola, passavo da Delfino e Annunciata a comperare la mia merenda per l’intervallo: una rosetta (o michetta… o soffiato. Chaiamtelo un po’ come più vi piace…). Ogni mattina entravo, prendevo il mio panino che spesso era ancora caldo, davo una sbirciata ai biscotti e poi andavo a scuola. Anni passati guardando queste girelle di frolla mi hanno fatto venire una voglia tremenda di rifarle non appena mi fu regalato, in un meraviglioso Natale, il mio mitco Dolce Forno Harbert. I primi risultati non furono dei migliori, anche perché mio papà, preoccupato dal fatto che potessi (chissà poi come) ustionarmi con una lampadina, interferiva parecchio nelle mie operazioni, e finiva quasi sempre che faceva tutto lui, cuoceva i biscotti nel forno di casa e io guardavo, sospirando.

Una volta abbastanza grande da autogestirmi ci ho riprovato, e da allora questi bei biscottini compaiono in casa mia almeno una volta l’anno.

E’ incredibile come, spessissimo, alle ricette sia legato un ricordo, un aneddoto, o scenari completi e particolareggiati come in questo caso. Sarà forse questo l’ingrediente segreto per rendere speciali questi biscotti di oggi.

Ingredienti:

Per la frolla bianca:

250 g di farina 00

100 g di zucchero semolato

150 g di burro a temperatura ambiente (toglietelo dal frigorifero almeno trenta minuti prima della preparazione)

1 uovo

1 pizzico di sale

Per la frolla al cacao:

2o0 g di farina 00

50 g di cacao amaro di ottima qualità

100 g di zucchero semolato

150 g di burro a temperatura ambiente (togliete anche questo dal frigorifero con largo anticipo)

1 uovo

1 pizzico di sale

Procedimento:

Iniziate con la frolla bianca.

Setacciate la farina.

Sbattete leggermente l’uovo con il sale e unite alla farina.

Aggiungete anche il burro e iniziate ad impastare. Continuate fino a quando l’impasto sarà liscio e compatto.

Create un panetto con la pasta, avvolgetelo in un foglio di pellicola per alimenti e fatelo riposare in frigorifero per un paio d’ore.

Seguite lo stesso procedimento per la frolla al cacao, ricordandovi solamente di unire il cacao alla farina prima di setacciarla.

Quando le frolle avranno terminato il tempo di riposo in frigorifero, lasciatele ammorbidire leggermente a temperatura ambiente per 15 minuti.

A questo punto iniziate a stendere la frolla al cacao, lavorando su un piano leggermente infarinato e mantenendo lo spessore della pasta intorno al mezzo centimetro (in questo caso è meglio un po’ più sottile che più spessa). Per mantenere uno spessore uniforme potete aiutarvi con dei regolatori per frolla e sfoglia.

Cercate di formare un rettangolo piuttosto regolare con l’impasto, in modo da facilitarvi il lavoro nei passaggi successivi.

Stendete, così come avete fatto per quella al cacao, la frolla bianca.

A questo punto sovrapponete i due “fogli” di frolla e, utilizzando il mattarello, fate aderire i due strati pressando delicatamente, come se si trattasse di stendere dinuovo l’impasto, ma senza metterci troppa forza.

Arrotolate il vostro rettandolo di frolla bicolore, formando una sorta di cilindro.

Fate in modo che all’interno, tra un giro e l’altro, non ci siano spazi vuoti.

Rotolate bene, sul piano di lavoro, il vostro roll, poi avvolgetelo in un foglio di pellicola per alimenti e lasciatelo in frigorifero per almeno una mezzora.

A questo punto togliete il rotolo dal frigorifero e, utilizzando un coltello affilato e a lama larga e NON seghettata, tagliatelo letteralmente a fette alte circa mezzo centimetro. Cercate di essere delicati in questa fase, in modo da mantenere le fette (e quindi i futuri biscotti) tonde.

Appoggiate le girelle su una placca foderata di carta da forno e cuocete, in forno statico già caldo a 180°, per circa 10/12 minuti. Controllate spesso la cottura e ricordate che questi biscotti non devono colorire troppo.

Una volta pronti, toglieteli delicatamente dalla placca aiutandovi con una paletta, e fateli raffreddare su una gratella.

Giovanna e Francesca

15-v-660-5100

Recommended

Leave a Comment