Bambini, Decorazioni, Ricette

Focaccine a paperella: giochi di primavera

L’ultimo periodo è stato particolarmente intenso per me, ed è ecco che, all’improvviso, l’agenda mi ricorda che tra pochi giorni è Pasqua. In effetti la primavera si sta stiracchiando e scalda con i suoi sbadigli ogni cosa: l’aria, i raggi del sole, i cuori assopiti in un profondo letargo. E’ ora di mettersi all’opera!

Quando la natura si risveglia e sboccia in colori tenui e pieni di allegria è assolutamente doveroso iniziare a mettere in moto la fantasia e giocare in cucina creando cose nuove e divertenti, magari rivisitando ricette già conosciute. In più, con la Pasqua alle porte, bisogna animare le tavole con simpatiche schiere di coniglietti, pulcini, pecorelle e paperotti. Inutile dire che, in questa modalità “funny food” mi ci ritrovo perfettamente. E’ il mio habitat naturale.

Oggi è il giorno dedicato alle focaccine a forma di paperella, ricetta semplice che unisce un impasto salato ad uno sciroppo dolce e decisamente aromatico (si tratta di uno sciroppo al timo) che serve per lucidare e addolcire queste piccole focacce dalla forma giocosa.

Ringrazio Laura per avermi spedito, tempo fa, il coppapasta papera, ringrazio la Provenza per avermi fatto conoscere lo sciroppo di timo durante l’ultima vacanza in quella terra affascinante, ringrazio la leggerezza e la bontà della farina Arifa che ha reso assolutamente meraviglioso l’impasto di queste focaccine.

Volete iniziare a mettere anche voi le mani in pasta? Eccovi la ricetta!

Ingredienti per l’impasto:

350 g di farina Arifa

1,5 di acqua tiepida

0,5 dl di latte a temperatura ambiente

3 g di lievito di birra secco

5 g si sale fino

olio evo qb

Ingredienti per lo sciroppo al timo:

3 rametti di timo fresco

1 dl di acqua

100 g di zucchero + 2 cucchiai per decorare

Procedimento:

Unite l’acqua al latte, unite il lievito, mescolate fino a farlo sciogliere, e lasciate riposare per una decina di minuti a temperatura ambiente.

Trascorso questo tempo unite il sale alla farina e mescolate con cura.

Unite il liquido alla farina, ma poco alla volta. Fate in modo che l’impasto assorba i liquidi gradualmente.

L’impasto deve risultare compatto e poco appiccicoso.

Formate una palla e adagiatela in una ciotola leggermente unta di olio. Coprite con un foglio di pellicola alimentare e attendete fino a quando le dimensioni della palla non saranno raddoppiate.

Mentre aspettate che l’impasto cresca, preparate lo sciroppo.

In una casseruola versate l’acqua, lo zucchero e i rametti di tipo precedentemente sciacquati.

Fate bollire a fuoco moderato per una ventina di minuti. Lo zucchero deve sciogliersi completamente, lo sciroppo deve essere denso e il profumo di timo deve essere ben percepibile. Spegnete la fiamma una volta raggiunto questo risultato.

Infarinate leggermente un piano di lavoro, prendete l’impasto lievitato e iniziate a stenderlo con un mattarello. Tenete lo strato di pasta alto circa mezzo centimetro.

Coppate con la formina a forma di papera. Adagiate le paperelle che avrete ricavato su una teglia ricoperta di carta da forno unta con pochissimo olio evo.

Aiutandovi con un pennello ad uso alimentare, spennellate lo sciroppo al timo sulle paperelle. Finite con una leggera spolverata di zucchero semolato.

Infornate in forno statico  già caldo a 180° per circa 15/20 minuti.

Le focaccine a paperella profumate al timo saranno pronte una volta che avranno raggiunto un bel colore dorato.

Togliete la teglia dal forno e fate raffreddare le focaccine su una gratella.

Potete servirle sia tiepide che fredde, e potete conservarle un paio di giorni tenendole chiuse in una scatola di latta o in un grande vaso a chiusura ermetica.

Francine

NB. allacciare un nastrino colorato ad ogni paperella, distribuire le focaccine in sacchetti o in scatole particolarmente carine potrebbe essere un’idea per un piccolo pensierino con cui accompagnare gli auguri a Pasqua.

cestino focaccine

Recommended

2 Comments

Leave a Comment