Contest, Ricette

Corzetti d’autunno

I corzetti d’autunno uniscono qualcosa di storico per la tradizione e qualcosa di storico per la mia famiglia.

Conoscevo questo tipo di pasta solo perché mi era capitato di sentirlo nominare, o perché lo avevo incrociato con lo sguardo mentre campeggiava in bella mostra sugli scaffali di qualche negozio ligure, ma non avevo mai avuto occasione di assaggiarlo.

I corzetti sono un tipo di pasta tipica della tradizione del levante ligure, preparati come la pasta fresca, vengono letteralmente “stampati” uno ad uno con uno strumento apposito (o dovrei dire due) in legno che ne decora la superficie imprimendo un’immagine differente sui due lati del dischetto di pasta. In voga già in periodo rinascimentale, in quell’epoca erano gli stemmi delle famiglie nobili a campeggiare sui corzetti.

Il nome corzetto si riferisce sia alla pasta che allo strumento che viene utilizzato per prepararla. E’ composto da un vero e proprio timbro, e da un secondo elemento che ha una parte concava necessaria per tagliare il disco di pasta e per formare il piccolo medaglione che verrà pressato tra le due parti imprimendo il decoro.

Il condimento con cui li abbiamo accompagnati, invece, rientra nella Top Five dei sughetti favoriti della mia famiglia. Si tratta di un sugo ricco e un po’ vintage che preparava mia nonna Maria, e che io adoro per il profumo intenso e per la sontuosità della consistenza.

La panna, ingrediente protagonista nei piatti degli anni ’80 e guardato oggi con estrema riluttanza, qui è presente e oserei proprio dire “per fortuna!”. Senza questo elemento sarebbe impossibile trasformare un semplice sugo in un velluto per foderare la pasta.

I funghi, rigorosamente secchi, regalano un profumo intenso e inducono immediatamente il prodursi della tanto nominata acquolina.

Non possiamo dimenticare, infine, il pomodoro. Magari una conserva che sprigiona ricordi di giornate assolate non appena apriamo la bottiglia, proprio come il genio che esce dalla lampada.

Che ne dite, vi sembra che queste due perle di storia si uniscano in maniera interessante? Se avete qualche dubbio vi invito a provare la ricetta…

corzetti d'autunno

Ingredienti per 2 persone:

Per i corzetti:

200 g di farina 00

1 uovo

1 pizzico di sale

vino bianco qb

Per il sugo:

2 bicchieri di conserva di pomodoro (o passata)

1 generosa manciata di funghi porcini secchi

1 falda di cipolla tritata finissima

1/2 bicchiere di panna liquida

1 cucchiaio di olio evo

1 presa di sale

1 pizzico di pepe bianco macinato fresco

Grana Padano (o Parmigiano) grattugiato

Procedimento:

Per i corzetti:

In una ciotola preparate la farina.

Sbattete l’uovo intero in una ciotola con un pizzico di sale

Unite l’uovo alla farina e iniziate ad lavorare con le mani. Aggiungete pochissimo vino bianco alla volta, fino ad ottenere un impasto liscio e compatto.

Infarinate leggermente la palla che avrete formato con l’impasto, copritela con un telo pulito e lasciate riposare per circa trenta minuti.

Trascorso questo tempo, infarinate una spianatoia, posizionatevi la pasta e iniziate a stendere con un mattarello. Ricordate che la sfoglia deve essere sottile, ma non esageratamente.

Stampate i medaglioni di pasta con la parte del corzetto dedicato a questa operazione e fate seccare su una superficie infarinata.

Lessate i corzetti in abbondante acqua salata (aggiungete un filo di olio se abbonderete con la pasta) per pochi minuti. Una volta pronti scolateli e conditeli.

Per il sugo:

Mettete a bagno i funghi in acqua fresca.

Lasciate che si ammorbidiscano, poi scolateli dall’acqua e assicuratevi che tutte le impurità siano state eliminate.

In una casseruola scaldate l’olio e fate imbiondire appena la cipolla.

Versate la passata di pomodoro e fate rapprendere per qualche minuto.

Aggiungete i funghi e lasciate che insaporiscano il sugo.

Salate con moderazione e aggiungete la panna.

Lasciate cuocere a fuoco basso, e con coperchio per qualche minuto.

Assaggiate il sugo e, eventualmente, correggete di sale.

Concludete aggiungendo un pizzico di pepe bianco macinato fresco e una spolverata di Grana Padano grattugiato.

Ringraziamo Thomas Gandolfo per averci rese curiose riguardo ai Corzetti e per aver proposto, tramite Fuudly, il CONTEST CORZETTI DEL LEVANTE che li vede protagonisti. Contest al quale partecipiamo al volo!!!

Francesca e Giovannacorzetti d'autunno 5427

 

Recommended

2 Comments

Leave a Comment